• +39 333 9993441
  • info@inseparabiliamilano.com

Arricchimento ambientale

Bacche di pyracantha

Sono davvero molte le cose che si possono fare per rendere più interessante la quotidianità dei nostri amici pappagalli: tutto quello che può servire a stimolarli in modo positivo servirà ad arricchire la loro vita e salute, migliorando anche il loro rapporto con noi.
I diversi tipi di stimoli da offrire non devo essere forniti tutti ogni giorno, ma alternati, perché lo scopo è fornire diverse possibilità, proprio come avviene anche in natura.

In natura i pappagalli vivono in un ambiente vasto e sempre diverso che gli offre sempre nuove sfide e opportunità, oltre che rischi e ricompense. Sono liberi di definire il proprio territorio, scegliere i propri compagni, decidere dove posarsi, dove dormire e cosa e dove mangiare.

In cattività tutto questo avviene, perché siamo noi a mettergli a disposizione ciotole già pronte di cibo e a fornirgli (quando va bene) i giochi, che appendiamo in gabbia e a cui hanno facile accesso. Rendergli la vita troppo semplice, togliendogli stimoli mentali, può portare spesso a gravi problemi comportamentali o di noia.

Lo scopo dell’arricchimento ambientale è dunque quello di migliorare e mantenere il benessere sia fisico che mentale dell’animale, aumentando il numero di comportamenti specie-specifici, perché il benessere fisico e quello mentale sono strettamente legati fra di loro.

Quindi cosa possiamo fare all’atto pratico per tenere occupati i nostri pappagalli?

Innanzi tutto si può lavorare sul cibo! Variando non solo gli alimenti che offriamo, ma anche il modo in cui offriamo frutta e verdura, nascondendo il cibo in posti inusuali, aumentando il tempo e le competenze richieste per trovare e consumare gli alimenti. Basta infilare il cibo su uno spiedino o in una palla di metallo di quelle per conigli.

Possiamo stimolare il nostro animale anche creandogli noi dei giochi per tenerlo occupato in nostra assenza. Non serve spendere molti soldi o dedicaci ore di tempo, basta una scatola di cartone o un sacchetto di carta da riempire, o dei tappi di sughero e della pasta cruda. O ancora delle cannucce da riempire di cibo e semi e dei bicchieri di carta da usare come contenitore.

Per chi sta in campagna o ha un giardino basta utilizzare fiori, bacche e rami naturali che sono la migliore forma di intrattenimento che possiamo offrire ai nostri pappagalli in quanto la più naturale per loro. I modi per offrirle sono tanti, si può fornire qualche fiore nella ciotola, creare allestimenti più complessi o mettere a disposizione una pianta intera nella gabbia. È però importantissimo riconoscere le piante e capire quali piante si possono offrire senza fare mai esperimenti!

Infine anche sull’allestimento della gabbia bisogna lavorare! Una gabbia/voliera ben allestita permette anche di sviluppare una vasta gamma di comportamenti locomotori: volare, volteggiare, arrampicarsi, bilanciarsi, bagnarsi, saltellare, camminare, appendersi, scavare ecc. Cambiare spesso la posizione di posatoi e giochi in gabbia è importante per stimolare il senso di esplorazione: anche in natura alcuni frutti possono essere difficili da raggiungere, necessitando movimento. Può essere quindi utile appendere i giochi in angoli difficili da raggiungere, lontano dai posatoi, in modo che per giocarci il pappagallo sia costretto a muoversi e appendersi a testa in giù, o posizionare le ciotole di acqua e cibo distanti fra loro in modo che per arrivarci il pappagallo sia costretto a spostarsi. È bene utilizzare posatoi fatti di materiali naturali, di diametri e materiali diversi, non solo rigidi, ma anche corde (di iuta, canapa o cotone) o rami flessibili che permettano di arrampicarsi, volteggiare e stimolare l’equilibrio.

Per maggiori idee per giochi e stimoli: www.kiwitan.com